Zona euro, inflazione giugno in rialzo a 0,3% oltre aspettative

Zona euro, inflazione giugno in rialzo a 0,3% oltre aspettative

BRUXELLES (Reuters) – L’inflazione della zona euro aumenta a giugno dopo i minimi di quattro anni archiviati a maggio, superando le aspettative di un dato invariato grazie al minor impatto negativo proveniente dai bassi prezzi energetici.

Secondo l’ufficio di statistica dell’Unione europea Eurostat, i prezzi al consumo nei 19 paesi che condividono l’euro sono aumentati allo 0,3% a giugno rispetto allo 0,1% visto a maggio, aumentando anche allo 0,3% su base annuale.

L’inflazione complessiva supera le stime medie del sondaggio di economisti intervistati da Reuters, che non avevano previsto un cambiamento rispetto al mese precedente.

Tuttavia, la rilevazione è ancora inferiore rispetto al target della Banca centrale europea, vicino ma inferiore al 2% a medio termine.

I prezzi energetici diminuiscono del 9,4% su base annuale, dopo il calo dell’11,9% rilevato a maggio, mentre i prezzi dei prodotti alimentari non trasformati aumentano del 5,9%, rispetto all’incremento del 6,7% visto a maggio.

Escludendo queste due componenti volatili — una misura definita dalla Bce come inflazione ‘core’ e cruciale per le decisioni di politica monetaria — i prezzi sono aumentati dell’1,1% su base annuale, in linea con le aspettative e in pari con la lettura di maggio.

Un indicatore di inflazione ancora più ristretto che esclude anche i prezzi di alcol e tabacco, monitorato da molti economisti, diminuisce allo 0,8% su base annuale, rispetto allo 0,9% rilevato a maggio e in linea con le stime degli economisti.