Zona euro, economic sentiment balza a gennaio su affievolirsi timori manifattura

Zona euro, economic sentiment balza a gennaio su affievolirsi timori manifattura

BRUXELLES (Reuters) – L’economic sentiment della zona euro è decisamente migliorato a gennaio, con la fiducia nel settore manifatturiero ai massimi da agosto, in un segnale promettente per l’inizio d’anno dell’economia del blocco.

È quanto emerge dai dati diffusi dalla Commissione Europea.

L’indagine mensile della Commissione mostra che l’economic sentiment nei 19 paesi della zona euro è salito a 102,8 punti a gennaio rispetto ai 101,3 di dicembre, ben al di sopra della stima media di 101,8 di un sondaggio condotto da Reuters tra gli economisti.

Il miglioramento è stato guidato da una maggiore fiducia nell’industria, con i dirigenti più positivi rispetto alle aspettative di produzione e alle scorte di prodotti finiti.

Il settore è stato colpito duramente dalla guerra dei dazi dell’anno scorso e sembra aver beneficiato dell’accordo preliminare firmato a metà gennaio tra Stati Uniti e Cina.

Tra le grandi economie della zona euro, l’indicatore relativo all’industria avanza maggiormente in Germania, il principale esportatore di prodotti manifatturieri del blocco e la prima potenza economia della regione. Tuttavia, la fiducia complessiva dell’industria rimane al di sotto della media a lungo termine, sia in Germania sia nella zona euro.

Il clima più positivo potrebbe essere un segnale di un’economia più forte nel primo trimestre del 2020.