Un breakout al di sopra del canale discendente potrebbe far arrivare BTC a 10.000$

Un breakout al di sopra del canale discendente potrebbe far arrivare BTC a 10.000$

Bitcoin dovrà oltrepassare l’area di resistenza compresa fra i 9.200 e i 9.500 dollari per spianare la strada verso i 10.000$
Ieri Bitcoin (BTC) ha dato prova della propria forza ottenendo una chiusura giornaliera a 9.235$, ma al momento della stesura di questo articolo il prezzo della criptovaluta si trova sotto la resistenza a 9.200$.
Sin dal massimo di 10.380$ del primo giugno, il prezzo di BTC è rimasto bloccato al di sotto della 20-MA e della trendline discendente. Finché Bitcoin non sarà in grado di ottenere una chiusura giornaliera sopra i 10.400-10.500$, il prezzo rimane a rischio di breakdown fino al supporto a 8.800$.
Il grafico a un’ora mostra che la contrazione è avvenuta al di sopra della resistenza a 9.200$ e della trendline discendente, dove il prezzo ha formato un tweezer top prima di tornare a 9.165$.

Nella finestra temporale giornaliera, il valore dell’RSI è rimasto inferiore a 50 ma sul MACD l’istogramma è passato da rosso a rosa, mentre le barre iniziano ad accorciarsi e il prezzo di BTC forma minimi sempre più alti, indicando che le vendite stanno iniziando a diminuire. Il MACD sta anche iniziando ad appiattirsi, avvicinandosi così alla signal line.
Al momento Bitcoin si trova al di sotto della trendline del canale discendente e della 20-MA, ma un incremento dei volumi potrebbe spingere il prezzo sopra il nodo di alto volume sul VPVR a 9.600$, trasformando così in un supporto l’area di resistenza compresa fra i 9.200 e i 9.500 dollari.

L’incapacità di trasformare quota 9.400$ in un supporto potrebbe causare una contrazione fino a 8.900$, dove i trader saranno certamente interessati all’acquisto.

Nella finestra temporale giornaliera l’indicatore delle Bande di Bollinger mostra che, nonostante i volumi in declino, la compressione continua: i range di trading si fanno sempre più stretti, segnalando un imminente incremento della volatilità.

I trader più avversi al rischio dovrebbero attendere una chiusura a 4 ore o giornaliera sopra i 9.400$ prima di aprire posizioni long o short. Comprare dopo un breakout sopra il nodo di alto volume a 9.600$ potrebbe essere rischioso, in quanto la crescita è stata più volte ostacolata a 9.800 e 10.000 dollari.

I trader che vorrebbero andare long dovrebbero attendere un bounce a 8.900$, o persino un breakdown sotto questo livello di supporto chiave. I ribassisti possono invece aprire posizioni short fra i 9.400 e i 9.600 dollari.
Mentre Bitcoin si muove perlopiù orizzontalmente, il prezzo di altre criptovaluta aumenta. Crypto.com Coin (CRO) ha ottenuto una crescita del 6,62%, mentre il valore di Cosmos (ATOM) ed Enjin Coin (ENJ) è incrementato rispettivamente del 4,20% e 12,23%.

Secondo i dati di CoinMarketCap, attualmente la capitalizzazione complessiva di tutte le criptovalute è di circa 260,5 miliardi di dollari. Di tale cifra, Bitcoin rappresenta il 64,7%.