Ue necessita di watchdog mercati più forte per ripresa post-COVID – Barclays

Ue necessita di watchdog mercati più forte per ripresa post-COVID – Barclays

di Huw Jones

LONDRA (Reuters) – L’Unione europea ha bisogno di una supervisione centralizzata su titoli azionari e bond se vuole un mercato dei capitali che sia alla pari di quelli di Stati Uniti e Gran Bretagna.

Lo ha detto il Ceo di Barclays (LON:BARC) Europe Kevin Wall.

La Commissione europea dovrebbe stabilire a settembre misure per accelerare la creazione di un’unione dei mercati dei capitali (Cmu), resa più urgente dall’uscita della Gran Bretagna dal blocco e dalla necessità di ricapitalizzare le società dopo lo shock dovuto a COVID-19.

Finora, gli sforzi non sono stati omogenei, con i prestiti bancari che continuano a fornire la maggior parte dei finanziamenti alle imprese, piuttosto che le emissioni di azioni o di bond.

Tuttavia, la maggior parte degli stati del blocco rimane contraria a una centralizzazione della vigilanza e alla creazione di una versione europea della Securities and Exchange Commission (Sec) statunitense, preferendo mantenere il ruolo nazionale nei mercati.

“La supervisione e la regolamentazione centralizzate sono molto importanti e lo si vede altrove, dove vi sono mercati di obbligazioni e titoli molto profondi ed estesi”, dice Wall.

Il banchiere ha aggiunto che le stelle della politica e dell’economia sono allineate ed è nell’interesse di ogni stato Ue avere un mercato dei capitali con più spessore e più liquido.

“Negli ultimi mesi della crisi… abbiamo visto, relativamente, molte più emissioni azionarie nel Regno Unito e negli Stati Uniti, di quante ne abbiamo in tutta Europa. Uno dei motivi è l’unione dei mercati dei capitali, il suo sviluppo e il suo progresso”, ha detto Wall.

Verena Ross, direttrice esecutiva dell’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (Esma), ha affermato che avere una supervisione non uniforme e norme nazionali dettagliate costituisce un grave ostacolo alla realizzazione di una vera Cmu.

Ma è probabile che il “modello misto” di vigilanza nazionale ed europea rimanga in vigore, ha aggiunto.

Per Danuta Hubner, membro del Parlamento europeo, è giunto il momento di procedere con la creazione di una Cmu che renda competitiva la Ue a livello globale.

“Non possiamo passare i prossimi 10 anni a riflettere su cosa è più importante”, ha detto.