Tezos (XTZ) ora in vendita in 10.000 negozi francesi

Tezos (XTZ) ora in vendita in 10.000 negozi francesi

A partire da questa settimana, i cittadini francesi potranno acquistare Tezos in 10.000 tabaccherie, distributori di benzina e mini-market
Digycode, start-up francese operante nel settore delle criptovalute, ha introdotto la possibilità di acquistare Tezos (XTZ) tramite carte prepagate e buoni regalo.

Questa integrazione è nata in seguito a una partnership fra Digycode e Nomadic Labs, il team di ricerca e sviluppo che si occupa di mantenere il codice di Tezos.

Christopher Villegas, cofondatore di Digycode, ha dichiarato che Tezos è “uno dei progetti crypto più promettenti”, sottolineando che questa iniziativa ha richiesto svariati mesi di riflessioni e considerazioni.

XTZ in 10.000 punti vendita francesi
A partire da questa settimana, i cittadini francesi potranno acquistare Tezos in 10.000 tabaccherie, distributori di benzina e mini-market in tutto il Paese tramite carte prepagate e buoni regalo.

La rete di negozi di Digycode permette ora di comprare sei diverse tipologie di criptovalute: non soltanto Tezos, ma anche Bitcoin (BTC), Ether (ETH), Litecoin (LTC), Ripple (XRP) e Dash.

Per acquistare criptovalute nei punti vendita supportati da Digycode, gli utenti devono prima completare la registrazione sul sito web della compagnia: un processo che richiede anche una verifica Know Your Customer.

Con questa iniziativa, Digycode si rivolge soprattutto ai piccoli investitori: le criptovalute possono essere infatti acquistate in tagli da 20€, 50€ e 200€. È inoltre presente un limite d’acquisto giornaliero di 1.000€ e mensile di 10.000€.

Un imprenditore francese vorrebbe tokenizzare la Gioconda
La società Digycode è stata avviata nell’agosto del 2017, al fine di rendere le criptovalute più facilmente accessibili per gli investitori francesi.

La compagnia è una filiale di Toulouse Digital Service, un gruppo che gestisce anche i servizi per il trading di criptovalute Zebitex and ZeBitcoin. Nel 2018, Digycode ha distribuito 65.000 buoni a livello nazionale.

Stephane Distinguin, fondatore e CEO di Fabernovel, ha recentemente consigliato la tokenizzazione e la vendita della Gioconda per 50 miliardi di euro, al fine di mitigare l’impatto del COVID-19 sull’economia.