Petrolio in salita, aumenta il traffico ma anche i timori per i COVID-19

Petrolio in salita, aumenta il traffico ma anche i timori per i COVID-19

Di Gina Lee

Investing.com – Il prezzo del greggio è in salita negli scambi di questo venerdì e prosegue i rialzi della seduta precedente nelle speranze di un aumento della domanda.

I dati sul traffico in Cina, Europa e USA indicano un aumento dei livelli, spingendo il sentimento degli investitori e la fiducia nella ripresa della domanda.

I future del Brent sono saliti dello 0,29% a 41,59 dollari alle 9:59 PM ET (2:59 AM GMT), mentre i future del greggio WTI USA sono in salita dell’1,29% a 39,22 dollari al barile.

Ieri l’Energy Information Administration (EIA) ha riportato che le scorte statunitensi sono salite di 1,442 milioni di barili. Il sondaggio tra gli analisti preparato da Investing.com aveva previsto un aumento di 299.000 barili. I dati confermano l’aumento registrato dall’American Petroleum Institute (API).

Gli investitori seguono l’aumento dei casi di COVID-19 negli USA, soprattutto in Florida e Texas, grandi consumatori di petrolio. In tutto il mondo ci sono oltre 9,6 milioni di casi al 26 giugno, secondo i dati della Johns Hopkins University, e i timori di una seconda ondata continuano a pesare sul sentimento degli investitori.

“Il rischio di una nuova ondata potrebbe colpire la ripresa della domanda”, hanno dichiarato i ricercatori di ANZ in una nota.