Oro: quotazioni di nuovo sopra i 1.600$, come operare?

Oro: quotazioni di nuovo sopra i 1.600$, come operare?

I prezzi dell’oro sono tornati a mostrare forza dopo le ultime mosse della Federal Reserve. Al momento, il metallo giallo sembra indirizzato verso i 1.700 dollari l’oncia
Nelle scorse sedute, le quotazioni dell’oro sono riuscite a rialzare la testa, supportate principalmente dall’avvio del Quantitative Easing “infinito” da parte della Federal Reserve.
Dal punto di vista grafico, dopo essere state respinte dalla linea di tendenza che unisce i massimi del 26 agosto 2019 a quelli del 24 febbraio 2019, le quotazioni del metallo prezioso hanno iniziato a scendere piuttosto velocemente. Il ribasso in essere ha permesso ai venditori di violare diversi supporti di rilievo, in particolare quelli a 1.588,13 dollari e a 1.519,8063 dollari.

Dopo un tentativo di rottura del duplice supporto fornito dal transito della media mobile semplice a 200 giorni e della linea di tendenza ottenuta collegando i minimi dell’1 e 9 luglio 2019, i compratori hanno frenato la discesa, riportandosi velocemente al di sopra della soglia psicologica dei 1.600 dollari l’oncia.

La positività espressa dall’ultimo impulso ascendente potrebbe riportare i corsi verso i 1.700 dollari l’oncia. Di fatto, un superamento del livello dinamico ascendente menzionato prima creerebbe le basi per un arrivo alla resistenza mensile posta in area 1.800 dollari l’oncia.

Con la violazione di tale area di concentrazione di offerta, gli acquirenti avrebbero la possibilità di portare la materia prima sopra i suoi massimi storici.