Oro: operatività in controtrend nel brevissimo periodo

Oro: operatività in controtrend nel brevissimo periodo

I prezzi dell’oro hanno rotto una trendline di breve periodo che potrebbe far iniziare una correzione sfruttabile nel brevissimo periodo per degli short tattici con i Certificati Turbo Short di BNP ParibasNelle scorse ottave, i prezzi dell’oro sono tornati a tentare di attaccare i massimi da marzo 2013, senza però riuscirci.
Graficamente, l’avanzata dei compratori è stata fermata (per il momento) dalla linea di tendenza che unisce i minimi dell’1 agosto a quelli dell’1 ottobre 2019. I corsi hanno iniziato a scendere, violando con forza la trendline di breve periodo che unisce i lows del 14 e 21 gennaio 2020.

Questa indicazione potrebbe venire considerata come un segnale short di breve periodo, specie considerando la situazione di eccesso di acquisti che si evidenzia dall’RSI settato a 14 periodi.

In generale, la struttura grafica dell’oro nel medio termine è fortemente positiva, e un ritracciamento potrebbe essere sfruttato sia per un setup short nel brevissimo periodo, sia per un’operatività di natura rialzista nel momento in cui le quotazioni dovessero raggiungere un’area di concentrazione di domanda interessante.

A tal proposito, un possibile obiettivo della potenziale correzione in atto è area 1.519,65 dollari l’oncia, dove è presente il livello orizzontale lasciato in eredità dai massimi del 3 ottobre 2019.
Strategie operative sull’oro
Visto quanto emerso dall’analisi, si potrebbero valutare strategie di natura short da 1.570 dollari. Lo stop loss sarebbe identificabile a 1.600 dollari, mentre l’obiettivo principale a 1.536 dollari. Il target finale può essere individuato a 1.530 dollari.
Per questo tipo di operatività, potrebbe adattarsi il Certificato Turbo Short di BNP Paribas con ISIN NL0014087876 e leva 4,62.