Oro in salita, aumentano i casi di COVID-19

Oro in salita, aumentano i casi di COVID-19

Di Gina Lee

Investing.com – L’oro sale negli scambi asiatici di questo martedì mattina e sembra avviarsi a chiudere il secondo trimestre dell’anno con il rialzo trimestrale maggiore dal 2016.

I future dell’oro vanno su dello 0,11% a 1.783,15 dollari alle 00:16 ET (6:16 GMT). Gli investitori preferiscono l’asset rifugio mentre il virus COVID-19 continua a portare il caos nel mondo.

Ci sono più di 10,2 milioni di casi in tutto il mondo al 30 giugno, in base ai dati della Johns Hopkins University. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un cupo avvertimento secondo cui il mondo potrebbe ancora dover assistere al peggio della pandemia per via della mancanza di cooperazione a livello globale.

Gli investitori seguiranno la testimonianza del Presidente della Federal Reserve USA Jerome Powell davanti alla Commissione ai Servizi Finanziari della Camera nel corso della giornata, per avere indicazioni su ulteriori misure di stimolo. Ma Powell ieri ha avvertito che la ripresa USA dal virus dipenderà, oltre che dalle misure adottate dal governo, anche dal contenimento della malattia.

Nel frattempo, l’oro è stato spinto dall’aumento delle tensioni USA-Cina dopo che il Comitato Permanente dell’Assemblea del Popolo Cinese ha varato la legge sulla sicurezza nazionale per Hong Kong e Macao questa mattina. Il Segretario al Commercio USA Wilbur Ross mercoledì aveva avvertito che gli Stati Uniti avrebbero sospeso le norme sul trattamento preferenziale di Hong Kong, tra cui eccezioni sui permessi di esportazione.