Nuovo record storico per il Nasdaq

Nuovo record storico per il Nasdaq

Il listino tecnologico tocca un nuovo massimo intraday a 10.151,50 punti. Wall Street apre positiva, sulla scia dei robusti rialzi europei
Non c’è tempo di registrare un record che il Nasdaq ne mette a segno uno nuovo. Wall Street apre positiva, dopo che il presidente Trump ha sottolineato che l’accordo con la Cina resta in piedi, con il consulente alla Casa Bianca per il commercio, Peter Navarro che ha smentito le sue affermazioni circa una rottura dell’accordo commerciale tra Usa e Cina. Il Nasdaq segna un nuovo record storico, toccando 10.151 punti, col segno più anche il Dow Jones (+0,56%) e lo S&P 500 (+0,74%).

IL NUOVO RECORD DEL LISTINO TECNOLOGICO
In apertura il Nasdaq era balzato a 10.129 punti, mettendo a segno un aumento di 74 punti (+0,74%), per poi arrivare al nuovo record intraday. L’8 giugno il listino tecnologico della Borsa di New York aveva già raggiunto il livello di riferimento pre pandemia, fissato a 9.840 punti. Ormai storia vecchia perché oggi l’asticella sale ulteriormente, con un nuovo record storico di sempre, che sottolinea come il rimbalzo dai minimi di fine marzo dipenda molto proprio dal Nasdaq, un vero traino.

LA SPINTA DI APPLE, MICROSOFT E FACEBOOK
Guardando i titoli, spiccano i soliti grandi tecnologici, come Apple (+1,58%), Microsoft (+0,75% a 202,07 dollari), e Facebook (+1,33% a 242,40 dollari). Tutti titoli che avevano chiuso su nuovi massimi la seduta di ieri.

POSITIVI I DATI AMERICANI
Le vendite di nuove case negli Stati Uniti sono aumentate oltre le attese degli analisti a maggio (+16,6%). A giugno, l’attività manifatturiera nell’area di Richmond, Virginia è migliorata rispetto al mese precedente che è salito a 0 punti da -27 dello scorso mese. L’attività nel settore servizi statunitense continua a recuperare, con la lettura flash dell’indice servizi Pmi, redatto da Markit, salita è 46,7 punti, dai 37,5 di maggio. Sale a 49,6 punti il Pmi manifatturiero a giugno.