Le Borse europee aprono in calo su timori per l’aumento di casi Covid negli Usa

Le Borse europee aprono in calo su timori per l’aumento di casi Covid negli Usa

Avvio sotto la parità per i listini del Vecchio Continente, dopo la chiusura in negativo di ieri di Wall Street. Prezzo del petrolio in calo, poco mosso lo spread
Le Borse europee aprono in negativo, condizionate dalle notizie sulla diffusione del coronavirus. Milano in apertura di contrattazioni segna -0,42%, Francoforte -0,62%, Madrid -1,28%, Parigi -0,85% e Londra -0,65%. Le prese di profitto hanno interessato anche le piazza asiatiche, con la Borsa di Tokyo che ha chiuso a -0,80%, sulla scia dei ribassi di Wall Street.

PREVALE LA CAUTELA
Finora la Borsa di New York non si era mai mostrata sensibile all’aumento di casi di coronavirus negli Stati Uniti e nel resto del mondo. Wall Street ieri ha chiuso al ribasso, dopo cinque giorni di rialzi consecutivi, preoccupata per l’aumento dei contagi in vaste zone degli Usa – con il numero totale di casi che ha raggiunto i 3 milioni – e dalla ripresa economica. I tre indici di Wall Street, dai minimi di marzo fino ad oggi, hanno guadagnato oltre il 40 per cento.

LE PREVISIONI SULLA RIPRESA
La pausa delle Borse registrata ieri è dipesa in gran parte dal rallentamento di Wall Street. Il presidente della Federal Reserve di Atlanta, Raphael Bostic, ha parlato di una ripresa che sta perdendo slancio, proprio in seguito alla risalita dei contagi e quindi di una traiettoria di recupero dell’economia che potrebbe essere meno decisa rispetto alle previsioni iniziali. Sotto la lente anche le mosse degli Stati Uniti sul dollaro di Hong Kong come misura anti-Cina, in seguito all’approvazione della nuova legge sulla sicurezza nazionale.

PETROLIO IN CALO, SPREAD STABILE
Il prezzo del petrolio registra un calo di mezzo punto percentuale, con il Wti agosto scambiato a 40,25 dollari al barile, mentre il Brent settembre a 42,86 dollari al barile. Il collocamento del Btp Futura ha toccato quota 4 miliardi. Le richieste di sottoscrizione hanno raggiunto i 1,684 miliardi di euro, e ci sarà tempo fino a venerdì per acquistare i nuovi titoli. Lo spread inizia la giornata a 162 punti base, in lieve calo rispetto alla chiusura di ieri (163 pub). Il rendimento del Btp decennale si attesta all’1,21%.