Le Borse aprono ancora in rialzo caricate da una super Wall Street

Le Borse aprono ancora in rialzo caricate da una super Wall Street

Piazza Affari prosegue il rally, avvio col segno più anche per gli altri listini del Vecchio Continente. Secondo giorno di collocamento dei Btp Italia, dopo il boom di domanda di ieri. Cala lo spread, a 211 punti base in apertura. Continua il recupero del petrolio
Wall Street trascina le Borse globali (+3,85%), con quelle asiatiche che hanno chiuso in positivo. A Tokyo, l’indice Nikkei finisce la seduta in rialzo (+1,49%), spinto dall’ottimismo per i primi risultati sulla sperimentazione del vaccino. Le Borse europee partono con slancio, con Piazza Affari a +0,98%, Francoforte +1,05%, Parigi +0,47%, Madrid +0,59% e Londra +0,72%.

L’OTTIMISMO PER IL VACCINO
Le buone notizie sulla sperimentazione del vaccino della società biotech americana, Moderna, hanno ieri alimentato la corsa sui listini, dopo i risultati incoraggianti dei primi test sull’uomo. I dati raccolti dalla sperimentazione fanno ben sperare e aprono alla possibilità di ottenere un vaccino entro la fine dell’anno.

L’INTESA SUL RECOVERY FUND
A dare lo sprint in chiusura alle Borse europee, è stato anche l’accordo tra Francia e Germania sul Recovery Fund che prevede 500 miliardi di erogazioni a fondo perduto in base al contributo dei singoli Paesi al bilancio europeo. La presidente della Bce, Christine Lagarde, ha assicurato che Francoforte proseguirà gli acquisti sul mercato, aprendo a una revisione del Patto di Stabilità.
CONTINUA IL RECUPERO DEL PETROLIO
Il petrolio continua il recupero, sostenuto da una domanda che dovrebbe aumentare nelle prossime settimane, con l’allentamento dei lockdown nei vari Paesi, e con i tagli alla produzione dei produttori. Il Wti giugno, che scadeva ieri, è scambiato a 31,82 dollari al barile (+8,1%), mentre il Brent luglio sfiora i 35 dollari al barile (34,91).

IL SUCCESSO DEL BTP ITALIA
Boom di domanda nel primo giorno di collocamento per il Btp Italia, con oltre 4 miliardi di sottoscrizioni. Si tratta della seconda miglior partenza di sempre per un’emissione del Tesoro. Attesa oggi per il secondo giorno di collocamento che proseguirà fino a mercoledì, da giovedì toccherà alla clientela istituzionale. Lo spread in calo di oltre 20 punti rispetto a venerdì, in area 211 punti, ai minimi da aprile. Il rendimento dei titoli italiani scende all’1,64% dall’1,74%.