Lamborghini Sián Roaster, supercar ibrida da 2 milioni e mezzo di euro: 19 esemplari tutti venduti!

Lamborghini Sián Roaster, supercar ibrida da 2 milioni e mezzo di euro: 19 esemplari tutti venduti!

Un vero e proprio fulmine color Blu Uranus e Oro Electrum: è la nuovissima Lamborghini Sián Roadster, presentata virtualmente al mondo intero in appena 19 esemplari, già venduti tutti, al prezzo di 2 milioni e mezzo di euro l’uno.

Davvero un fulmine!Il nome “Sián” deriva dal termine per indicare il fulmine usato nel dialetto della provincia di Bologna, dove – a Sant’Agata Bolognese – si trova la storica fabbrica.
Un motore elettrico molto potenteLa Roadster è la versione cabriolet e ibrida dalla Sián FKP 37 presentata a settembre 2019 al Salone di Francoforte, ma con una unità elettrica molto più performante.

Come spiega la rivista specializzata “Quattroruote”, la nuova hypercar adotta il medesimo powertrain ibrido con supercondensatori della variante “chiusa”, per una potenza totale di 819 CV: grazie al rapporto peso/potenza di 2 kg/CV abbinato alla carrozzeria open-top, la vettura coniuga prestazioni esaltanti con il piacere della guida a cielo aperto.La Roadster tocca i 100 km/h da fermo in 2,9 secondi, mentre la velocità massima è di oltre 350 km/h.

Al V12 Lamborghini più potente di sempre è abbinata, sulla Sián, un’unità elettrica per garantire una risposta più immediata.Sul cambio è stato incorporato un motore da 48 V dalla potenza di 34 cavalli, mentre il supercondensatore, in grado di accumulare una quantità di energia dieci volte superiore rispetto a quella di una batteria agli ioni di litio, completa il sistema, posizionato tra abitacolo e motore, contribuendo a contenere il peso, che è di 34 chili complessivi.

Il retro, molto aggressivo, della versione coupè. (Francoforte 2019, AP Photo)

Il segmento lusso non conosce crisiCommenta Stefano Domenicali, Amministratore Delegato della Lamborghini, ex Direttore Sportivo della Ferrari (MI:RACE) in Formula 1:

“Non abbiamo avuto cancellazioni degli ordini che avevano ricevuto prima della chiusura per il lockdonwn. E ora che tutto è tornato operativo, gli ordini per i nostri modelli stanno aumentando. Naturalmente dobbiamo essere prudenti, perché dobbiamo vedere come si evolverà la situazione nei prossimi mesi. Ma credo che il nostro segmento avrà meno problemi rispetto al normale settore automobilistico, che sarà sicuramente molto in difficoltà nei prossimi mesi”.

Stefano Domenicali durante l’intervista (AP Photo).

Ma Lamborghini guarda anche oltre l’industria automobilistica. A fine giugno, infatti, è stato presentato il nuovo yacht Tecnomar Lamborghini 63, un 63 piedi di lusso costruito dal produttore italiano Sea Group.

Domenicali si lascia scappare una battuta, ma che forse non è solo una battuta…

“Devo dire che l’attenzione per lo yacht è stata davvero massiccia. Quindi, visto che siamo sulle strade, sui circuiti, in città e saremo presto anche in mare, perché non in cielo? Vedremo in futuro se c’è qualcosa che può essere attraente per il nostro marchio Lamborghini”.
Stefano Domenicali Amministratore Delegato Lamborghini
Da Ferruccio Lamborghini all’AudiStorica azienda italiana con il marchio del “Toro” dorato, fondata nel 1963 da Ferruccio Lamborghini – iniziando con i trattori e poi con le macchine agricole – ora è di proprietà dell’Audi, gruppo Volkswagen (DE:VOWG).Anche per i servizi offerti ai dipendenti, come l’asilo interno, è considerata una fabbrica modello.