La Fed annuncia un QE ‘illimitato’ e i mercati rialzano la testa

La Fed annuncia un QE ‘illimitato’ e i mercati rialzano la testa

Di Mauro Speranza

Investing.com – Nuova svolta da parte della Federal Reserve che ha annunciato novità nel suo programma di acquisti di titoli di stato a partire dalla giornata di oggi, 23 marzo.

La Fed acquisterà una quantità illimitata di titoli di Stato “nella quantità necessaria”, togliendo così il limite di 700 miliardi di dollari precedentemente fissato, e aprirà così nuove linee di prestito alle imprese per un valore di 300 miliardi di dollari.

La “pandemia di coronavirus sta causando enormi difficoltà in tutti gli Stati Uniti e nel mondo”, spiega la nota diffusa dalla Fed. “La prima priorità della nostra nazione è quella di prendersi cura delle persone afflitte e di limitare l’ulteriore diffusione del virus. Mentre permane una grande incertezza, è diventato chiaro che la nostra economia dovrà affrontare gravi perturbazioni. Devono essere compiuti sforzi aggressivi in tutto il settore pubblico e privato per limitare le perdite di posti di lavoro e di reddito e per promuovere una rapida ripresa una volta che le perturbazioni si saranno attenuate”.

Nel frattempo, il segretario statunitense al tesoro Steven Mnuchin confermava che il Congresso è “molto vicino” a un accordo per approvare le misure di stimolo e che deve farlo “oggi”.

Si muovono i mercati
Dopo una mattinata caratterizzata da un nuovo sell off con flessioni superiori al 3%, gli indici europei annullano la gran parte delle perdite. Il Ftse Mib, il Dax, il Cac 40 tornano verso la parità, mentre e il Ftse 100 continua a cedere l’1%.

Si tingono di verde anche i future di Wall Street, facendo presagire un’apertura positiva anche a New York.

Gli acquisti tornano anche sul greggio, avvicinandosi ai 23 dollari, mentre il Brent resta negativo (-2%). Inizia la salita anche per l’oro che tocca i 1.523 dollari l’oncia e l’EUR/USD torna a 1,079 verso il dollaro statunitense.

In recupero anche il Bitcoin che con una crescita del 6% torna sopra i 6.300 dollari.