Il Pac come soluzione di investimento per affrontare i tempi di crisi

Il Pac come soluzione di investimento per affrontare i tempi di crisi

Nel roadshow di Fidelity si è fatto il punto sugli investimenti post-coronavirus, con indicazioni utili per cogliere le opportunità che ogni crisi offre
La regola base, soprattutto in tempo di crisi, è restare investiti. “Chi è uscito dai mercati, spaventato dai ribassi di marzo, si è perso il rimbalzo dei listini e ci metterà più tempo per recuperare”, commenta Cosmo Schinaia, Country Head per l’Italia di Fidelity, dal palco del Mudec, Museo delle Culture di Milano, che è stato il teatro per il roadshow virtuale. In questa fase caratterizzata dalla forte volatilità, il ruolo dei consulenti è diventato più importante “perché i clienti hanno compreso l’importanza di affidarsi a dei professionisti”, in grado di consigliare la strategia migliore, nel giusto orizzonte temporale.

COME INVESTIRE IN TEMPO DI CRISI
Qual è il modo più adatto per entrare sui mercati in momenti di forte nervosismo? “Con un Piano di accumulo capitale che oltre alla grande flessibilità non presenta rischi di market timing, riducendo anche l’emotività”, aggiunge Schinaia. “Possiamo accompagnare così il cliente con una strategia di investimento life-cycle e con strategie tematiche, seguendo i trend secolari, dalla demografia all’healthcare”.

IL SETTORE TECNOLOGICO È UNA BOLLA?
Durante i giorni più difficili della crisi, ha resistito meglio di tutti ed è poi stato in grado di trainare il recupero dei mercati finanziari. “Il settore tecnologico offre ancora ampi margini di guadagno”, spiega Donatella Principe, Director – Market and Distribution Strategy di Fidelity International. “Non è una bolla ma bensì un trend a lungo termine, sul quale la maggior parte degli investitori continua a investire”.

SU COSA PUNTARE
Anche all’interno dello stesso comparto, è sempre buona norma diversificare. Nel tech, su cosa è meglio puntare? “Il segmento delle comunicazione è quello della tecnologia che è uscito vincente dalla crisi di Covid”, aggiunge Donatella Principe. E tra i temi di investimento, nel prossimo futuro Fidelity tiene in considerazione il gaming, con gli utenti-giocatori online che raggiungeranno quota 5 miliardi, ma anche i video pubblicitari su richiesta e la musica online.

A LIVELLO GEOGRAFICO, INTERESSANTE L’ASIA
Per Natale Borra, Head of Distribution di Fidelity International, l’Asia è oggi da tenere in considerazione in ottica di investimento, soprattutto per le potenzialità di sviluppo dell’economia e per come ha gestito con rigore la crisi sanitaria. Sotto il profilo pratico, fondi di Fidelity come “il China High Yield Fund o l’Asia Pacific Opportunities Fund, rappresentano soluzioni interessanti per sfruttare le potenzialità dell’area”, spiega Alessandro Furrer, Sales Director Fidelity International. Privilegiando un orizzonte temporale adeguato, ogni crisi offre delle opportunità, a patto che si sappiano cogliere. D’altronde lo diceva anche Winston Churchill: le crisi peggiori sono quelle sprecate.