Greggio, prezzi in calo su impennata nuovi casi Covid-19

Greggio, prezzi in calo su impennata nuovi casi Covid-19

LONDRA (Reuters) – I prezzi del petrolio perdono terreno a causa dei forti picchi di infezioni di Covid-19 registrati durante il fine settimana negli Stati Uniti e in altri paesi, con i trader in attesa di un incontro tecnico dell’Opec che dovrebbe raccomandare un allentamento dei tagli dell’offerta.

Alle 11,30 circa, i futures sul Brent scambiano in ribasso di 63 centesimi, ovvero dell’1,43%, a 42,61 dollari al barile. Il greggio Usa perde 80 centesimi, ovvero l’1,97%, a 39,75 dollari al barile.

I contagi da Covid-19 negli Stati Uniti sono aumentati notevolmente durante il fine settimana, con la Florida che ha riportato oltre 15.000 nuovi casi in 24 ore, un record per qualsiasi stato.

I trader petroliferi rimangono cauti anche in vista degli incontri di domani e dopodomani del Joint Ministerial Monitoring Committee (Jmmc) Opec durante i quali verranno raccomandati i livelli dei futuri tagli delle forniture.

L’Opec e i suoi alleati tra cui la Russia, gruppo noto come Opec+, dovrebbero ridurre i tagli alla produzione a 7,7 milioni di barili al giorno (bpd) dopo una ripresa della domanda globale di petrolio. L’Opec+ ha tagliato la produzione della cifra record di 9,7 milioni di barili al giorno a maggio, giugno e luglio.