Greggio in lieve rialzo, timori virus controbilanciano ripresa domanda

Greggio in lieve rialzo, timori virus controbilanciano ripresa domanda

LONDRA (Reuters) – I prezzi del petrolio sono in leggero rialzo sulla scia di un aumento della domanda di carburante, bilanciata però dal crescente numero di nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti e in Cina e dalle stime provvisorie di un aumento della produzione di greggio negli Usa.

Alle 11,00 i futures sul Brent sono in rialzo di 52 centesimi a 41,57 dollari al barile. I futures sul greggio Usa sono in rialzo di 48 centesimi a 39,2 dollari al barile.

Entrambi i contratti sono in corsa per chiudere la settimana in ribasso di circa l’1,7% dopo che i dati record sulle scorte di petrolio degli Stati Uniti hanno affossato i prezzi nella giornata di mercoledì.

Secondo gli analisti i dati raccolti dai satelliti hanno mostrato un aumento del traffico in Cina, in Europa e negli Stati Uniti, sintomo di una ripresa della domanda di carburante.

Tuttavia, persistono i timori riguardo a un’impennata di casi di coronavirus che potrebbe frenare la ripresa della domanda, soprattutto dato che gli stati coinvolti, tra cui Florida e Texas, sono i maggiori consumatori di carburante.

La prospettiva di un aumento della produzione di greggio negli Stati Uniti ha contribuito a tenere a freno i guadagni.