Giù il prezzo del greggio, preoccupa l’eccesso di scorte

Giù il prezzo del greggio, preoccupa l’eccesso di scorte

Di Bryan Wong

Investing.com – Il prezzo del greggio scende negli scambi asiatici di questo mercoledì mattina, tra l’aumento delle scorte statunitensi ed i timori che il crescente incremento dei casi di COVID-19 possa pesare sulla ripresa economica e sulla domanda.

I future del Brent scendono dello 0,14% a 43,02 dollari alle 22:44 ET (3:44 GMT) mentre i future del WTI vanno giù dello 0,12% a 40,58 dollari.

L’American Petroleum Institute (API) ha annunciato un incremento di 2 milioni di barili delle scorte di greggio per la settimana terminata il 3 luglio, in netto contrasto rispetto al calo di 3,7 milioni di barili riportato nelle previsioni preparate da Investing.com.

L’API aveva annunciato una riduzione di 8,156 milioni di barili la settimana prima.

I timori degli investitori circa un esubero di scorte sono stati inaspriti dall’aumento dei casi di COVID-19 che pesa sulla domanda globale. Ci sono quasi 11,8 milioni di casi in tutto il mondo all’8 luglio, secondo i dati della Johns Hopkins University.

I tagli alla produzione OPEC+ al tasso attuale scadranno a fine luglio, ma sono previste riduzioni minori fino alla fine dell’anno. I ministri ne discuteranno la prossima settimana ma il piano della Abu Dhabi National Oil di aumentare le esportazioni petrolifere ad agosto potrebbe essere un segnale del fatto che i tagli saranno ridimensionati.