General Motors, trim1 meglio di attese malgrado duro impatto Covid su utili

General Motors, trim1 meglio di attese malgrado duro impatto Covid su utili

di Nick Carey e Ben Klayman

DETROIT (Reuters) – General Motors Co (NYSE:GM) ha registrato un enorme calo negli utili del primo trimestre, dopo aver esaurito le proprie riserve di liquidità a causa dello stop alla produzione in Nord America, dovuto alla pandemia di coronavirus.

La casa automobilistica statunitense numero uno ha registrato utili netti di competenza degli azionisti pari a 247 milioni di dollari o 17 centesimi per azione, in ribasso di più dell’88% dai 2,12 miliardi di dollari o 1,48 dollari per azione del primo trimestre del 2019.

Al netto di poste straordinarie, l’eps è di 62 cent per azione contro i 30 cent attesi dagli analisti. Quindi il titolo nel pre-borsa sale di oltre 6%.

GM spera di riavviare la maggior parte della produzione nordamericana a partire dal 18 maggio.

La casa automobilistica di Detroit ha tagliato i costi e ha adottato altre misure durante l’epidemia di Covid-19, tra cui anche la sospensione dei dividendi e del buyback, la chiusura della sua divisione di car-sharing Maven, il rinvio dei lavori su alcuni piani per prodotti, la riduzione dei budget per il marketing e degli stipendi i colletti bianchi.

Ha anche aggiunto 16 miliardi di dollari alla sua posizione di liquidità, utilizzando linee di credito.

GM ha anche sospeso i propri target per gli utili nel 2020, dato il clima d’incertezza.