Ftse Mib avanti tutta dopo schiarita su dazi, galassia Agnelli in volata

Ftse Mib avanti tutta dopo schiarita su dazi, galassia Agnelli in volata

Industriali e banche sospingono il rally oggi a Piazza Affari con i mercati sollevati dal fatto che l’accordo commerciale di Fase 1 tra Cina e Stati Uniti è “completamente intatto”. I mercati guardano infatti con favore le ultime dichiarazioni di Washington sull’accordo commerciale con la Cina. Il consulente alla Casa Bianca per il commercio, Peter Navarro, ha chiarito che l’accordo commerciale sulla Fase 1 tra Stati Uniti e Cina è ancora valido, facendo dietrofront dopo aver detto il contrario qualche ora prima a Fox News.

Il Ftse Mib segna un rialzo dell’1,6% a 19.789 punti.

Atlantia svetta sul Ftse Mib

Svetta a Piazza Affari il titolo Atlantia che è arrivato a guadagnare oltre +5% in area 15 euro. In una lettera inviata al Ministero delle Infrastrutture, Autostrade per l’Italia (ASPI) ha sottolineato di voler continuare a negoziare oltre il 30 giugno, fermi restando i propri diritti ai sensi dell’articolo 9bis del contratto di concessione (risoluzione in caso di modifiche unilaterali). ASPI sottolinea di aver già impugnato il Milleproroghe ritenendolo incostituzionale e contrario alle disposizioni UE. Se gli esiti del contenzioso non confermassero la tesi di ASPI (e quindi il Milleproroghe fosse giudicato legittimo), la società si riserva di chiedere la risoluzione del contratto. ASPI conclude che continuerà a gestire la rete autostradale oltre il 30 giugno essendo la concessione ancora efficace. “Il rinvio dell’esercizio della risoluzione è un segnale chiaro della volontà di trovare una soluzione negoziale”, commenta Equita SIM.

Secondo il Messaggero il TAR del Lazio dovrebbe fissare l’udienza in ottobre-novembre sul ricorso di ASPI. In quella occasione potrebbe chiedere il rinvio alla Corte Costituzionale sulla legittimità del Milleproroghe, come richiesto da ASPI. Il CEO di ASPI Tomasi conferma la volontà di trovare un accordo ed anticipa della proposta fatta a maggio al governo di un arrotondamento dell`offerta di 2,9 mld con maggiori manutenzioni.

Interpump corre ancora, bene la galassia Agnelli

Sul parterre di Piazza Affari corre ancora Interpump (+3,65%) che già ieri era svettato con oltre +6% al suo debutto sul Ftse Mib. Bene anche i titoli della galassia Agnelli con CNH (+3,7%), Exor (+3,65%) e FCA (+4,42%). Le indicazioni favorevoli sul fronte dazi fano volare gli industriali con +4% per Buzzi, +2,2% Leonardo e +1,9% Pirelli.

Tra le banche oltre +3% per Unicredit e UBI. Molto bene anche Intesa Sanpaolo che segna +2,3% dopo aver comunicato che il nulla osta della Consob alla pubblicazione del Documento di Offerta relativo all’Ops su Ubi Banca possa essere rilasciato nel corso di questa settimana. Intanto, secondo quanto riportato dal Messaggero, Intesa Sanpaolo avrebbe dato mandato a un advisor per valutare la cessione di Provis, società che si occupa del remarketing dei beni oggetto di contratti di leasing.

Sul fronte banche una sponda al rally arriva dalle parole del numero uno del Consiglio di Vigilanza sulle banche della Bce, Andrea Enria, ha consigliato agli istituti europei di valutare “nuove aggregazioni”, in quanto “la pandemia comprimerà ancora la redditività”.