Facebook: le chiamate di gruppo in Italia sono aumentate del 1.000%

Facebook: le chiamate di gruppo in Italia sono aumentate del 1.000%

Secondo Menlo Park, «la crescita d’uso causata dal Covid-19 non ha precedenti in tutto il settore, stiamo riscontrando nuovi record di utilizzo quasi ogni giorno». Cresce il tempo trascorso sulle app, lo scambio di messaggi e anche la visualizzazione delle dirette.
L’emergenza coronaviurs ha ridisegnato i rapporti sociali. Stare a casa significa ridurre i contatti vis-à-vis con amici, parenti e colleghi. Questo vuol dire che, per parlare e/o vedersi con più persone, occorre usare la tecnologia, in particolare chat e video chat. E l’utilizzo di questi strumenti è cresciuto esponenzialmente dall’inizio della crisi. Da quando il Covid-19 ha colpito l’Italia, infatti, le chiamate di gruppo su Messenger e WhatsApp sono aumentate, in termini di tempo, di oltre il 1.000%, secondo i dati resi noti da Facebook in un post sul blog dell’azienda firmato da due vicepresidenti, Alex Schultz e Jay Parikh.
RADDOPPIANO LE VISUALIZZAZIONI DELLE DIRETTE SU FACEBOOK E INSTAGRAM
Il tempo trascorso dagli italiani sulle app dell’ecosistema Facebook, che comprende Instagram, Messenger e WhatsApp, è aumentato del 70% dall’inizio della crisi, si legge nel post. Nell’ultimo mese lo scambio di messaggi è cresciuto del 50%, mentre le visualizzazioni delle dirette, Instagram e Facebook Live, sono raddoppiate nell’arco di una settimana.
FACEBOOK: «CRESCITA NON HA PRECEDENTI IN TUTTO IL SETTORE»
A livello globale, «la crescita d’uso causata dal Covid-19 non ha precedenti in tutto il settore, stiamo riscontrando nuovi record di utilizzo quasi ogni giorno», scrivono Schultz e Parikh. «Mantenere la stabilità durante questi picchi di utilizzo è più difficile del solito ora che la maggior parte dei nostri dipendenti lavora da casa», continuano i due vicepresidenti. Tuttavia, assicurano, «stiamo lavorando per mantenere le nostre app funzionanti senza problemi, rendendo i nostri sistemi più efficienti e aggiungendo la capacità richiesta».