Eur/Usd: ripartenza iniziata?

Eur/Usd: ripartenza iniziata?

Le quotazioni di Eur/Usd stanno reagendo dopo la recente fase ribassista. Vediamo come impostare una possibile strategia operative con i Turbo Certificate di BNP Paribas
L’Eur/Usd sono riusciti a rialzare la testa dopo 10 sedute trascorse all’insegna della debolezza. La discesa è iniziata con il test dei prezzi della trendline ottenuta con i massimi del 14 giugno e 21 settembre 2018.
La pressione di vendita ha traghettato i corsi al di sotto dei supporti statici a 1,1164 e 1,0999, lasciati rispettivamente in eredità dai top del 26 agosto e 3 ottobre 2019, e della media mobile semplice a 200 giorni.

Nell’area compresa tra 1,0638 e 1,0786 i prezzi hanno rallentato il ribasso, sostenuti dal livello orizzontale espresso dai minimi del 18 febbraio 2020, dalla linea di tendenza che unisce i lows del 15 agosto e 12 novembre 2018 e dalla funzione supportiva del “gap Macron”, chiuso dopo poco meno di 3 anni.

La reazione messa in atto dal cambio durante la notte, corroborata dalla divergenza di inversione bullish sull’RSI settato a 14 periodi, evidenzia una certa forza da parte degli acquirenti, che nella notte hanno dimostrato una certa forza.

La prosecuzione del rimbalzo in atto potrebbe estendersi fino a 1,10 in primis, per poi passare al re-test della SMA 200, a 1,1086.

Al contrario, segnali di nuova debolezza si avrebbero con una discesa dei corsi al di sotto dei minimi di ieri, a 1,0636.
Strategie operative su Eur/Usd
Operativamente, si potrebbero sfruttare strategie di natura long in caso di ritorno delle quotazioni a 1,0830. Lo stop loss sarebbe localizzato a 1,0628, mentre l’obiettivo principale a 1,1040. Il target finale sarebbe invece individuabile a 1,1086.

Per questo tipo di operatività, si adatta il certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NL0014087959 e leva 5,97.