Elon Musk più ricco di Warren Buffett dopo il nuovo record di Tesla

Elon Musk più ricco di Warren Buffett dopo il nuovo record di Tesla

Di Mauro Speranza

Investing.com – L’incredibile rally di Tesla (NASDAQ:TSLA) permette a Elon Musk di sorpassare Warren Buffet per quanto riguarda la sua ricchezza personale.

La chiusura a Wall Street pari a +10,78% di venerdì scorso, infatti, ha visto Tesla superare i 1.544 dollari, segnando l’ennesimo record storico per la casa automobilistica di Musk.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, la corsa ha aumentato il capitale personale di Elon Musk di 6,1 miliardi di dollari, portando la ricchezza del ‘vulcanico’ patron di Tesla a 70,5 miliardi di dollari.

In questo modo, l’indice Boomberg Billionaires vede Musk superare Warren Buffet, fermo a 69,2 miliardi di dollari, oltre che i giganti della tecnologia del calibro di Larry Ellison (Oracle) e Sergey Brin, uno dei fondatori di Google (NASDAQ:GOOGL).
La corsa di Tesla permette così a Elon Musk di aumentare il suo capitale di 595 dall’inizio dell’anno, grazie al +269% messo a segno dalle azioni della casa automobilistica del settore elettrico, rendendolo così anche l’amministratore delegato più pagato negli Stati Uniti.

Elon Musk possiede circa un quinto delle azioni Tesla in circolazione, che costituiscono la maggior parte del suo patrimonio, mentre la sua quota di maggioranza in SpaceX è di circa 15 miliardi di dollari.

Il declino di Warren Buffett
L’aumento della ricchezza di Elon Musk arriva in un momento difficile per Warren Buffett, il cui capitale risulta fortemente in declino.

All’inizio della settimana scorsa, l’oracolo di Omaha aveva donato 2,9 miliardi di dollari in beneficenza, portando così il totale a oltre 37 miliardi di dollari dal 2006.

Inoltre, anche la recente performance borsistica del suo fondo Berkshire Hathaway è stata deludente, in quanto non è riuscita a recuperare il calo improvviso arrivato sui mercati dopo l’avvento del coronavirus, al contrario di Tesla che nel mese di giugno non solo era già tornata ai livelli pre pandemia, ma sembra non volersi fermare più.