Edison rivede accordo E&P con Energean, non vende Norvegia, EV cala a 284 mln dlr

Edison rivede accordo E&P con Energean, non vende Norvegia, EV cala a 284 mln dlr

MILANO (Reuters) – Edison ha comunicato oggi che escluderà le attività in Norvegia dall’operazione di cessione dell’upstream a Energean, dopo aver già revocato in precedenza la vendita degli asset algerini.

Energean ha concordato un anno fa di acquistare le operazioni esplorazione e produzione di idrocarburi (olio e gas naturale) di Edison per un enterprise value di 750 milioni di dollari ma con la revisione dell’accordo annunciata oggi, il gruppo italiano controllato da Edf comunica un enterprise value delle attività oggetto di dismissione di 284 milioni.

Edison quindi manterrà il controllo di Edison Norge, che gestisce le attività E&P del gruppo in Norvegia, finché le condizioni di mercato non “consentiranno una completa valorizzazione dei relativi asset”, è scritto in una nota.

Edison prevede di concludere l’accordo con Energean entro la fine dell’anno e ha confermato il disimpegno dalle attività E&P e l’investimento per la transizione energetica puntando su generazione da fonti rinnovabili e gas di ultima generazione.

Energean, società focalizzata sul Mediterraneo, ha detto a maggio di essere in trattative con Edison per rivedere l’accordo, con l’obiettivo di escludere gli asset norvegesi dall’operazione, dopo che era sfumato il progetto di vendere immediatamente le attività del Mar del Nord di Edison a Neptune Energy.

In aprile le due società avevano già modificato l’accordo di un anno fa, escludendo dal perimetro di cessione gli asset di Edison in Algeria, stimati a 155 milioni di dollari, a causa della mancata autorizzazione da parte del ministero dell’Energia algerino.