Coronavirus, Juventus: Daniele Rugani primo calciatore di Serie A positivo al test

Coronavirus, Juventus: Daniele Rugani primo calciatore di Serie A positivo al test

Sebbene in panchina senza scendere in campo il difensore ha per così dire “preso parte” al match di domenica sera contro l’Inter. Rischio Champion ora più reale
(Teleborsa) – Campionato di calcio di Serie A ora davvero a rischio. E la Champion non è da meno. La notizia tanto temuta quanto attesa è infatti arrivata: è il 25enne difensore Daniele Rugani, della Juventus, il primo calciatore italiano della massima serie positivo al coronavirus. L’annuncio è stato dato dallo stesso Club bianconero con una “comunicazione urgente” alle 23 diffusa sul sito della squadra Campione d’Italia. Il difensore, nato a Lucca, “classe 1994”, è per il momento asintomatico. Immediatamente sono scattati i protocolli di sicurezza e l’intera squadra è praticamente da subito in isolamento volontario, con interruzione degli allenamenti.
Con Cristiano Ronaldo che è “fuggito” in gran fretta con aereo privato a Funchal (Madeira).

Tutto questo a poco meno di una settimana dall’incontro di ritorno a Torino della semifinale di Champion contro i francesi del Lione, vincitori in Francia per 1-0. Cosa accadrà ora? Champion è a rischio di stop? Probabile. La “palla”, è il caso di dire, è ora nelle mani dell’Uefa chiamata a valutare il caso del primo calciatore professionista impegnato nelle gare della Coppa europea più prestigiosa risultato positivo al test del Covid-19. Il primo calciatore professionista in assoluto positivo al virus è invece Timo Hübers, dell’Hannover, compagine che milita nella Serie B del campionato tedesco.

Doveroso, l’isolamento volontario anche per i giocatori dell’Inter, che domenica sera hanno affrontato appunto la Juventus allo Stadium di Torino nel “recupero” di campionato. Incontro giocato a porte chiuse e vinto dalla Juventus per 2-0. Con Daniele Rugani tuttavia in panchina per tutti i 90 minuti (più recupero) di gioco che quindi non ha preso direttamente parte alla contesa.

Stando così le cose, oltre al campionato, davvero serie difficoltà per il proseguimento della Champion. Anche l’incontro Barcellona-Napoli, sempre per gli ottavi di finale (risultato dell’andata 1-1), sta correndo infatti il reale rischio di non essere disputato, avendo la Spagna sospeso tutti i voli con l’Italia appunto a causa di quella che oramai è ufficialmente “pandemia mondiale”.

Intanto, l’Inter ha reso noto che “a seguito del comunicato della Juventus riguardo alla positività del calciatore Daniele Rugani al COVID-19, viene sospesa ogni attività agonistica sino a nuova comunicazione e il Club si sta attivando per predisporre tutte le procedure necessarie”. Mentre Damiano Tommasi, Presidente Associazione Italiana Calciatori (Aic), continua a “tuonare”: “Fermare il calcio è l’atto più utile al Paese in questo momento”.