Consob vieta lo short selling su tutti i titoli per tre mesi

Consob vieta lo short selling su tutti i titoli per tre mesi

Di Mauro Speranza

Investing.com – Ieri la Consob ha rilasciato un comunicato in cui annunciava due misure quali una nuova sospensione dello short selling, per “contenere la volatilità dei mercati finanziari”, e un rafforzamento del regime trasparenza “delle partecipazioni nelle società italiane quotate in borsa”.

Questa volta il divieto di vendite allo scoperto è valida per tre mesi e su tutti i titoli quotati, qui quali “è vietata ogni forma di operazione speculativa ribassista, anche effettuata tramite derivati o altri strumenti finanziari. Sono vietate anche le operazioni ribassiste intraday”, spiega il comunicato diffuso dalla Consob.

“La decisione di applicare misure restrittive sull’intero listino è stata adottata con l’obiettivo di ripristinare l’integrità del mercato, anche alla luce delle misure eccezionali sulle vendite allo scoperto adottate nei giorni scorsi dall’ESMA e dalle autorità di vigilanza di Spagna, Francia e Belgio”, aggiunge la nota.

Per quanto riguarda la seconda misura adottata dall’organo di vigilanza, il comunicato annuncia “un regime di trasparenza rafforzato sulle partecipazioni detenute dagli investitori nelle società italiane quotate in Borsa a più alta capitalizzazione e ad azionariato diffuso.

Tramite il provvedimento, si fissano “soglie inferiori inferiori al superamento delle quali scatta l’obbligo di comunicare la partecipazione nelle quotate” e riguarda le società con capitalizzazione superiore ai 500 milioni di euro e agli assetti proprietari, escludendo le società controllate di diritto”. La nuova soglia, dunque “è fissata all’1% per le società non PMI e al 3% per le PMI”.

Tra le società coinvolte, la le più importanti segnaliamo AS Roma SpA (MI:ASR), Astaldi (MI:AST), Atlantia (MI:ATL), Azimut (MI:AZMT), Banca Generali (MI:GASI), Banco Bpm (MI:BAMI), Mps (MI:BMPS), Buzzi (MI:BZU), Cucinelli (MI:BCU), Campari (MI:CPRI), Eni (MI:ENI), Exor (MI:EXOR), Ferrari (MI:RACE), Fiat (MI:FCHA), Fincantieri (MI:FCT), Geox (MI:GEO), Intesa Sanpaolo (MI:ISP), Juventus (MI:JUVE), Mediaset (MI:MS), Moncler (MI:MONC), Molmed, Nexi (MI:NEXII), Piaggio, Pirelli (MI:PIRC), Saipem (MI:SPMI), Ferragamo (MI:SFER), Tenaris (MI:TENR), Tod’s (MI:TOD), Ubi Banca (MI:UBI) e Unicredit (MI:CRDI).

Trovate l’elenco completo a questo link: http://www.consob.it/web/area-pubblica/bollettino/documenti/bollettino2020/d21303.htm