Cina: dati doganali buoni a giugno ma sale surplus commerciale con USA

Cina: dati doganali buoni a giugno ma sale surplus commerciale con USA

Di Gina Lee

Investing.com – La Cina ha riportato dati doganali positivi questo martedì, segnale incoraggiante del fatto che la seconda economia mondiale si sta riprendendo dal virus COVID-19.

Le esportazioni sono salite dello 0,5% su base annua a giugno, meglio del crollo dell’1,5% previsto e dopo il tonfo del 3,3% del mese scorso. Le importazioni hanno registrato un aumento del 2,7% su base annua nello stesso mese, battendo le aspettative di un tonfo del 10% dopo quello del 16,7% di maggio.

Le esportazioni e le importazioni del paese hanno beneficiato del fatto che alcune nazioni hanno allentato le misure di confinamento con un conseguente aumento dell’attività economica. Ma i volumi commerciali per il primo semestre dell’anno restano ben al di sotto di quelli dell’anno scorso e nuovi focolai del virus hanno comportato la reintroduzione della quarantena in città come Melbourne ed Hong Kong.

Intanto, la bilancia commerciale è scesa a 46,42 miliardi di dollari, molto meno dei 58,60 miliardi previsti e dei 62,93 miliardi registrati a maggio. L’aumento delle tensioni USA-Cina sul commercio e la legge sulla sicurezza nazionale applicata ad Hong Kong il 1° luglio hanno comportato un aumento del surplus commerciale con gli Stati Uniti.

Un incremento della bilancia commerciale “potrebbe essere il principale elemento di supporto per la crescita del PIL del secondo trimestre, ma può aiutare solo fino ad un certo punto, ha spiegato Iris Pang, capo economista per la Cina della ING Bank NV, a Bloomberg prima della pubblicazione dei dati.

Gli investitori ora attendono la seconda raffica di dati cinesi, compreso il PIL, in agenda giovedì.