Brexit, accordo fatto. Sterlina, euro e Borse in rialzo

Brexit, accordo fatto. Sterlina, euro e Borse in rialzo

I mercati festeggiano la prima intesa raggiunta tra Bruxelles e Londra e annunciata poco fa dalla Commissione Ue
Trovato l’accordo tra i negoziatori britannici e l’Ue sulla Brexit: ad annunciarlo, pochi minuti fa, è stato un portavoce della Commissione europea, precisando che anche il primo ministro britannnico Boris Johnson ha approvato l’intesa.

DUBBI SUL DUP
Resta comunque il dubbio sulla posizione del partito nordirlandese Dup, decisivo per ratificare qualsiasi tipo di deal, che ha confermato di non voler supportare la proposta di uscita anche dopo la notizia dell’accordo.

ACCORDO “BILANCIATO”
“Dove c’è volontà c’è accordo e noi lo abbiamo”, ha twittato il presidente uscente della Commissione Jean Claude Juncker. Si tratta, ha aggiunto, di un accordo “bilanciato ed equo per l’Ue e il Regno Unito e testimonia il nostro impegno a trovare soluzioni. Raccomando che il Consiglio Europeo – che si riunisce nel pomeriggio, ndr – faccia sua l’intesa”.

FESTA SUI MERCATI
La notizia dell’accordo ha spinto in alto le Borse europee, con Milano che avanza dello 0,9% e Londra sale dello 0,58% mentre vola la sterlina che inverte la rotta – aveva perso in mattinata sulla notizia della contrarietà del Dup all’accordo – guadagna lo 0,5% sull’euro a 1,1626. La divisa britannica avanza a 1,2990 sul dollaro, a un soffio da quota 1,30. Anche l’euro avanza nei confronti del biglietto verde, +0,28% a 1,11.

COSA PREVEDE L’ACCORDO
La nuova intesa ricalca i precedenti accordi tra Gran Bretagna e Ue, con qualche differenza specie per quanto riguarda l’Irlanda del Nord. In dettaglio, come ha spiegato il capo negoziatore dell’Ue, Michel Barnier, “L’Irlanda del Nord rimarrà allineata a una serie di regole europee relative alle merci: significa che tutte le procedure avverranno nei punti di entrata per l’Irlanda del Nord e non per tutta l’isola, e le autorità britanniche saranno chiamate ad applicare il codice Ue nell’Irlanda del nord”. Quanto alle questioni doganali, ha proseguito, “l’Irlanda del Nord resterà nel territorio doganale del Regno Unito e beneficerà dei futuri accordi commerciali britannici, ma sarà anche punto d’accesso per il nostro mercato unico”.