Borse Europa in calo dopo rally, soffre settore healthcare

Borse Europa in calo dopo rally, soffre settore healthcare

(Reuters) – Le borse europee si ritirano dopo il rally della sessione di ieri, perdendo terreno nei settori healthcare, edilizia ed ingegneria, in contrasto con l’ottimismo legato ai nuovi piani di stimolo Ue.

L’indice paneuropeo STOXX 600 scivola dai primi guadagni di seduta a -0,7%.

L’indice della zona euro cede lo 0,7% dopo i primi guadagni legati alla proposta di ieri di Francia e Germania per un recovery fund da 500 miliardi di euro, offrendo aiuti a fondo perduto alle regioni e ai settori Ue colpiti più duramente dalla pandemia.

“Si può vedere un cambiamento nelle reazioni di settore in Europa. I settori finanziari e di beni voluttuari, sofferenti anche durante l’ultimo recupero, erano in testa ieri. Per me significa che i mercati stanno reagendo diversamente”, ha detto Andrea Cicione, head of strategy di TS Lombard.

Il settore healthcare – tra i più affidabili durante la crisi del coronavirus – cede l’1%, mentre edilizia e ingegneria perdono l’1,2%.

Il comparto assicurativo è tra i pochi in rialzo dopo che la società britannica BEAZLEY ha accumulato 247 milioni di sterline in nuovi capitali, portando il titolo in rialzo del 9,5%.

I bancari riportano leggere perdite dopo che Julius Baer ha registrato un picco nel volume di scambio che ha spinto i margini del primo trimestre, nonostante il franco svizzero forte abbia intaccato gli asset gestiti.

Il settore auto subisce una contrazione, a causa del calo record per le vendite di veicoli privati ad aprile, il primo mese con misure di contenimento contro il coronavirus imposte in tutto il continente.

Remy Cointreau cede il 5,0% dopo che Goldman Sachs ha tagliato il rating del titolo a “neutral” da “buy”, prevedendo un modesto ritmo di recupero.