Borsa Tokyo in lieve calo su forte aumento morti coronavirus in Cina

Borsa Tokyo in lieve calo su forte aumento morti coronavirus in Cina

TOKYO (Reuters) – L’azionario giapponese chiude in leggero ribasso, con un netto aumento delle vittime del coronavirus cinese che suscita timori che l’epidemia possa peggiorare prima di essere contenuta.

Il Nikkei ha perso lo 0,14% a 23.827,73, mentre il più ampio indice Topix ha ceduto lo 0,34% a 1.713,08.

Il bilancio delle vittime nella provincia cinese di Hubei, epicentro dell’epidemia del virus, sale a 1.310 con i 242 decessi di ieri. Un record di 14.840 contagi è stato riportato oggi nella provincia di Hubei, dai 2.015 nuovi casi a livello nazionale di ieri, dopo l’utilizzo di un nuovo strumento per diagnosticare i casi.

Circa due terzi dei 33 sottoindici settoriali della Borsa di Tokyo hanno chiuso col segno meno, con i titoli legati a ferro e acciaio, macchinari e carta e cellulosa a guidare le perdite.

Una nota positiva arriva da Taiko Pharmaceutical, balzata del 6,8% a un livello record sulla crescente domanda di prodotti per il controllo delle infezioni.

Il colosso Softbank ha ceduto il 5,1% all’indomani del balzo dell’11,9% registrato in risposta al via libera di un giudice federale statunitense all’acquisizione della controllata Sprint da parte di T-Mobile.

Il produttore di apparecchiature per semiconduttori Tokyo Electron è salito del 2,1% a un massimo storico dopo che il più grande produttore al mondo di chip Applied Materials ha previsto ricavi e utili migliori delle attese per il secondo trimestre.

Sanyo Shokai è avanzato del 3,4% dopo che l’investitore statunitense Rmb Capital ha chiesto al gruppo giapponese di abbigliamento di cercare un acquirente strategico.