Borsa Milano in deciso rialzo su accordo Ue, banche forti su speculazioni M&A

Borsa Milano in deciso rialzo su accordo Ue, banche forti su speculazioni M&A

MILANO, 21 luglio (Reuters) – – Avvio in deciso progresso a Piazza Affari tra mercati europei che festeggiano l’accordo raggiunto poco prima dell’alba dai leader dell’Unione europea sul massiccio piano di stimoli a sostegno delle economie duramente colpite dal coronavirus.

Già in rialzo ieri sulle scommesse di un esito positivo dei difficili negoziati che hanno tenuto i leader Ue impegnati per quasi cinque giorni, l’indice FTSE Mib della borsa milanese tocca i massimi da circa quattro mesi e mezzo.

I mercati globali sono anche sostenuti dai progressi nello sviluppo di un vaccino contro il Covid-19, che alimentano la fiducia degli investitori in una ripresa dell’economia.

Lo spread del rendimento fra titoli di stato decennali italiani e tedeschi scende intorno a 153 punti base, il livello più basso da fine febbraio.

Prosegue l’attenzione sui bancari in un mercato che torna a puntare sul risiko del settore dopo il rilancio annunciato venerdì scorso da Intesa Sanpaolo (MI:ISP) su Ubi (MI:UBI)

I riflettori si accedono su possibili candidati a operazioni di M&A rilanciate da indiscrezioni stampa. In particolare UNICREDIT (MI:CRDI) — che balza del 5% — potrebbe riconsiderate la propria strategia di crescita organica e guardare a qualche operazione di consolidamento domestico, secondo la stampa.

Le speculazioni sul risiko bancario coinvolgono anche Banco Bpm (MI:BAMI)(+4,4%) e Mps (MI:BMPS) (+6,5%).

Prosegue il rimbalzo di Atlantia (MI:ATL) +1,5% nel giorno dell’assemblea annuale della controllante Edizione, la holding della famiglia Benetton.

Buoni progressi anche sul comparto industriale sostenuto dal clima di fiducia per la ripresa dell’economia. Cnh Industrial (MI:CNHI) avanza del 4%, Fca (MI:FCHA) del 2,3%, Leonardo dell’1,8%.