BlackRock: debito Ue osservato speciale dopo la sentenza della Corte tedesca

BlackRock: debito Ue osservato speciale dopo la sentenza della Corte tedesca

Il BlackRock Investment Institute analizza l’impatto di una decisione che potrebbe minare l’indipendenza della Bce, rendendo più problematiche e incerte le prospettive del debito pubblico denominato in euro
La sentenza a sorpresa, con cui la Corte Costituzionale tedesca ha chiesto alla Bce di giustificare davanti al Parlamento del Paese gli acquisti di bond, potrebbe minare l’indipendenza della stessa banca centrale e pesare negativamente sulle prospettive di lungo termine del mercato dei bond europei. È l’avvertimento lanciato dal commento settimanale del BlackRock Investment Institute titolato “Europe bond outlook under review”. Secondo gli esperti della grande casa americana, infatti, la sentenza rappresenta una possibile minaccia di frammentazione nell’Eurozona nel lungo termine.

REVISIONE DEL GIUDIZIO DI SOVRAPPESO DEL DEBITO PERIFERICO
Gli esperti di BlackRock sottolineano come la sentenza sia arrivata proprio mentre la Bce è impegnata a contrastare le conseguenze della pandemia da coronavirus con misure che già prima sembravano decisamente ‘miti’ se comparate con quelle poderose messe in campo dalla Federal Reserve americana. Il che ha indotto il BlackRock Investment Institute a rivedere il proprio giudizio di ‘sovrappeso’ dei titoli di debito della periferia dell’area euro, vale a dire i bond governativi dei Paesi del Sud Europa, a cominciare dai titoli di Stato Italiani.

LA CREDIBILITA’ DEL WHATEVER IT TAKES
La Corte tedesca ha ingiunto alla Bce di dare entro tre mesi spiegazioni e giustificazioni al Parlamento della Germania sul programma di acquisti di bond da 2.000 miliardi deciso proprio per contrastare l’impatto della pandemia, con la minaccia di far ritirare dal programma la Bundesbank, che costituisce sia il principale azionista della Bce che il più importante compratore di titoli. Una sentenza, secondo gli esperti del BlackRock Investment Institute, che mina la credibilità del “whatever-it-takes” lanciato dalla stessa Bce proprio mentre una efficace esecuzione delle politiche di stimolo è essenziale per proteggere le economie dai danni inferti dallo shock da coronavirus.

LA DIFFERENZA RISPETTO ALLA RISPOSTA RISOLUTA DELLA FED
È da fine marzo, notano gli esperti del BlackRock Investment Institute, che le economie dei Paesi europei più colpiti dal virus mostrano forti segni di vulnerabilità.Lo spread di rendimento tra i titoli di Stato italiani e la controparte tedesca si è allargato nonostante gli acquisti rafforzati da parte della Bce. Negli Usa, invece, lo spread del credito Investment Grade si è ridotto rispetto ai picchi di marzo per poi stabilizzarsi da metà aprile in poi a seguito della risposta risoluta della Fed ai timori causati sul mercato dalla pandemia e dal conseguente blocco economico.
COSA CAMBIA CON LA SENTENZA TEDESCA
Secondo il BlackRock Investment Institute in questa fase è cruciale la forza della risposta monetaria allo shock da virus, in termini di rapidità, dimensione e coordinamento con le misure fiscali. E la sentenza della Corte tedesca mette proprio in discussione la capacità di esecuzione delle misure necessarie. Ovviamente la Bce non avrebbe problemi a spiegare le sue ragioni al Parlamento tedesco, ma il solo fatto di essere costretta a farlo, osservano gli esperti del BlackRock Investment Institute, ne mina l’indipendenza, precondizione per mettere in atto il “whatever-it-takes”.

NESSUNA CONSEGUENZA, PER ORA
Il tutto si inquadra inoltre in una difficoltà tutta europea a coordinare la politica monetaria con misure fiscali adeguate, per l’assenza di un’autorità fiscale comune. Il BlackRock Investment Institute esclude che la sentenza possa avere conseguenze immediate sulla politica monetaria della Bce, anche per il pronto intervento della Corte Europea, ma potrebbe creare problemi nel lungo termine, perché mette comunque in dubbio il supporto della Bundesbank alle politiche della Bce, creando le condizioni per un’ulteriore frammentazione dell’Eurozona, con il rischio di indebolire la fiducia del mercato.

SOTTO REVISIONE LA VALUTAZIONE DEI BOND EUROPEI PERIFERICI
Per questo il BlackRock Investment Institute ha messo in revisione la sua valutazione dei bond periferici dell’Eurozona nonostante le valutazioni relativamente attraenti: nei prossimi mesi la Bce potrà anche aumentare gli acquisti sostenendoli, ma su un orizzonte strategico aumentano i rischi. Oggi la risposta alla crisi ha spinto i tassi ai minimi, ma negli anni a venire il quadro può cambiare e diventare più fosco, quando la ripresa economica guadagnerà terreno e la politica monetaria dovrà diventare meno accomodante con la crescita del rischio inflazione. La sentenza tedesca si aggiunge ai motivi per essere cauti sul debito europeo periferico nel lungo termine.