Argento: SMA 200 mette in difficoltà i compratori

Argento: SMA 200 mette in difficoltà i compratori

Le quotazioni dell’argento hanno iniziato a rallentare la salita nei pressi della media mobile semplice a 200 giorni e di una serie di resistenze. Vediamo come impostare una possibile strategia operativa con i Turbo Certificates di BNP Paribas
Ieri, dopo una prima parte di seduta all’insegna dei rialzi, le quotazioni dell’argento hanno iniziato un movimento correttivo che ha annullato buona parte degli apprezzamenti giornalieri.
Da un punto di vista grafico, i prezzi hanno dato vita ad un modello di indecisione, la cui validità è corroborata dalla presenza della media mobile semplice a 200 giorni, del livello orizzontale a 16,5907 dollari e dalla linea di tendenza che unisce i minimi dell’1 agosto a quelli del 6 dicembre 2019.

Oltre a questo, nel breve periodo, la prosecuzione della salita è resa più difficile dalla situazione di ipervenduto che si evidenzia sull’RSI settato a 14 periodi.

I venditori avrebbero ora la possibilità di mettere a segno una correzione fino alla zona dei 15,20 dollari, dove passano rispettivamente la trendline ottenuta collegando i top del 10 e 30 aprile 2020 e quella che unisce i lows dell’1 aprile e del 5 maggio 2020.

Per i compratori, la situazione tornerebbe a migliorare solo nell’eventualità di un breakout del livello dinamico che collega i massimi del 4 settembre 2019 e dell’8 gennaio 2020: in tal modo infatti, si annullerebbe la serie di top decrescenti in corso da settembre 2019.