Argento: compratori respinti, downtrend pronto a continuare?

Argento: compratori respinti, downtrend pronto a continuare?

I prezzi dell’argento sono riusciti a ripartire dopo aver raggiunto i minimi da gennaio 2008. Il metallo grigio potrebbe però tornare a scendere nel breve periodo. Vediamo il motivo e come impostare una strategia operativa con i Turbo Certificates di BNP Paribas
Nelle scorse sedute, le quotazioni dell’argento hanno subito forti vendite, portandosi ai minimi da gennaio 2009, a 11,6418 dollari.
La debolezza del metallo grigio è iniziata nella seconda metà dello scorso febbraio, con i corsi respinti dalla linea di tendenza che unisce i massimi del 4 settembre 2019 e delll’8 gennaio 2020.

Il ribasso è poi accelerato quando i prezzi sono scesi al di sotto della coriacea area di concentrazione di domanda compresa tra 17,07 e 13,17 dollari: qui transitano infatti la media mobile semplice a 200 giorni e i livelli statici ereditati dai top del 24 luglio 2019 e 29 giugno 2018.

I venditori hanno quindi incrementato la loro pressione, effettuando sia il breakout della trendline disegnata con i top del 15 luglio 2018 a quelli del 20 febbraio 2019, che quello del supporto a 13,9419 dollari, lasciato in eredità dai minimi dell’11 settembre 2018.

Dopo un ulteriore impulso ribassista, le quotazioni hanno tentato di rialzare la testa, portandosi di nuovo verso il livello dinamico discendente menzionato prima. Il movimento attuale, sostenuto dall’ipervenduto dell’RSI settato a 14 periodi, potrebbe essere un rimbalzo tecnico e non un vero e proprio movimento di inversione.
Strategie operative sull’argento
Operativamente, si potrebbero valutare strategie di natura short da 14,016 dollari, puntando alla formazione di un pullback della linea di tendenza, che farebbe proseguire il downtrend. Lo stop loss sarebbe identificabile a 15,04 dollari, mentre l’obiettivo princiopale a 12,90 dollari. Il target finale sarebbe invece localizzato a 12,70 dollari.

Per questo tipo di operatività, si adatta il certificato Turbo Short di BNP Paribas con ISIN NL0014037426 e leva 3,13.