Ancora sorprese positive dai dati Usa

Ancora sorprese positive dai dati Usa

I dati continuano a disegnare una ripresa a V come quella tracciata dal rally di Wall Street e le sorprese positive battono le attese. Per gli esperti di Euromobiliare SGR questo rafforza la fiducia
Negli ultimi giorni sembra essere tornata a prevalere la fiducia fra gli investitori, rafforzata da dati macroeconomici che stanno continuando a sorprendere sistematicamente mercato e analisti al rialzo, soprattutto negli Stati Uniti. Dati che, dunque, stanno attenuando le preoccupazioni che si erano riaccese su una possibile ondata di contagi da Covid proprio mentre le economie sono sulla strada dell’uscita dal lockdown e della ripartenza . Il grafico in basso mostra chiaramente come, dopo una fase di sorprese decisamente ‘pessime’ dal fronte dei dati americani in coincidenza dell’impatto del blocco su produzione e consumi, si sia passati a una fase di sorprese decisamente molto positive, con il disegno di una V simile a quella tracciata dagli indici della Borsa di New York

BILANCIO POSITIVO PER TUTTE LE ASSET CLASS DI RISCHIO
Gli esperti di Euromobiliare SGR sottolineano il bilancio positivo degli ultimi giorni per tutte le asset class di rischio, che hanno recuperato in buona parte del calo messo a segno fra l’11 e il 12 giugno scattato proprio sui nuovi timori di una nuova ondata di contagi. L’azionario globale ha registrato un incremento nell’ordine del 3,5% guidato da Wall Street e dagli indici europei, mentre hanno ripreso quota i temi di crescita secolare, come tecnologia e digitalizzazione in primis e seppure in minor misura anche l’healthcare.
GLI SPREAD DEL CREDITO CONTINUANO A RESTRINGERSI
Nel mondo del credito e degli spread, gli esperti di Euromobiliare SGR rilevano che sono le emissioni a più elevato profilo di rischio a beneficiare del ritrovato trend di restringimento dei differenziali di tassi di interesse. Dal debito dei mercati emergenti, passando per il BTP, fino all’High Yield americano ed europeo, i guadagni hanno oscillato fra lo 0,5% e l’1,2%, mentre sostanzialmente stabili sono rimesti invece i rendimenti dei titoli di debito governativi risk-free, come T-bond e Bund tedeschi, sulle scadenze lunghe.

MERCATO SOSTENUTO DALL’AZIONE DELLE BANCHE CENTRALI
Il mercato è sostenuto dal continuo sostegno delle politiche monetarie e fiscali: gli esperti di Euromobiliare SGR sottolineano che solo nell’ultima settimana le banche centrali di Russia, Brasile e Indonesia hanno tagliato il costo del denaro, mentre l’azione sincronizzata e globale delle autorità monetarie negli ultimi tre mesi ha portato la liquidità globale, misurata dall’aggregato M2, su nuovi massimi storici. La spinta propulsiva impressa dall’aumento degli aggregati monetari insieme agli imponenti stimoli fiscali dovrebbe quindi essere abbastanza potente da sostenere la ripresa economica.

NUOVI DATI IN ARRIVO DOVREBBERO RAFFORZARE LA FIDUCIA
Ora l’attenzione viene catalizzata dalla nuova ondata di dati macro in arrivo, con i numeri preliminari di giugno degli indici di fiducia delle imprese sia in Area Euro che negli USA. Gli esperti di Euromobiliare SGR parlano di un significativo incremento sia per il manifatturiero che nei servizi, sebbene ancora su livelli inferiori alla soglia di espansione pari a 50 punti. Si potrebbe delineare anche l’ennesima sorpresa positiva, che andrebbe così rafforzare ulteriormente lo scenario di ripresa economica e, di conseguenza, la fiducia degli operatori.